Asia Bibi ha lasciato il Pakistan. Lo affermano fonti del Ministero degli esteri del Pakistan. Forse è in Canada

- Scritto da Redazione de Gliscritti: 12 /05 /2019 - 20:24 pm | Permalink
- Tag usati: , , ,
- Segnala questo articolo:
These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • email
  • Facebook
  • Google
  • Twitter

Riprendiamo dall’agenzia di stampa Asianews dell’8/5/2019 un articolo redazionale. Restiamo a disposizione per l’immediata rimozione se la sua presenza sul nostro sito non fosse gradita a qualcuno degli aventi diritto. I neretti sono nostri ed hanno l’unico scopo di facilitare la lettura on-line. Per approfondimenti, cfr. le sezioni L'Islam odierno e La libertà religiosa e la persecuzione delle minoranze.

Il Centro culturale Gli scritti (12/5/2019)

Lahore (AsiaNews) – Asia Bibi, la donna cristiana assolta dall’accusa di blasfemia e dalla condanna a morte decretata su di lei nel 2010, è ormai fuori dal Pakistan. Lo ha dichiarato oggi una fonte del Ministero degli esteri del Paese. “Asia Bibi ha lasciato il Paese, Ella è una donna libera e si è messa in viaggio di sua spontanea volontà” ha detto la fonte, che non ha specificato quale sia la destinazione della donna.

Nei mesi scorsi, da diverse parti si supponeva che Asia Bibi sarebbe stata accolta in Canada.

Asia Bibi è stata assolta dalle accuse di blasfemia il 31 ottobre 2018, dopo aver speso nove anni in prigione, condannata a morte e in attesa di un processo di appello che è stato di continuo rimandato a causa di pressioni e minacce sui giudici, ad opera di gruppi fondamentalisti.

Dopo la lettura della sentenza che dichiarava la madre cristiana “non colpevole”, nel novembre scorso i fondamentalisti del partito Tehreek-i-Labbaik Pakistan (Tlp) hanno bloccato le principali città del Pakistan, minacciato di morte i giudici del tribunale supremo e l’avvocato della donna, Saiful Malook. Per evitare l’escalation delle violenze il governo di Imran Khan era sceso a patti con i manifestanti e ha concesso la revisione del verdetto dei giudici supremi. In seguito Asia è stata liberata ma non poteva lasciare il Paese in base a quell’accordo con i radicali.  Intanto il Canada aveva già accolto le sue figlie.

Il caso di Asia Bibi ha cambiato direzione grazie all’opera dei giudice della Corte suprema Saqib Nisar e Asif Saeed Khan Khosa che hanno dimostrato come tutte le accuse e le ricostruzioni sulla blasfemia della donna fossero false.